Pubblicato in: compartone

Compartone Non Attuabile

GIURATOCi si può rinfacciare di essere ancora un po’ acerbi dal punto di vista amministrativo (a giudizio di qualche attuale amministratore), ma di certo non ci si può accusare di non conoscere le dinamiche della politica in generale e di quella marignanese in particolare.
Basta andare a rileggere i nostri post, fin dai primi durante la campagna elettorale, per rendersi conto che abbiamo sempre previsto con largo anticipo cosa sarebbe successo.
Un esempio su tutti il Compartone.

Al punto in cui siamo non si tratta più di una questione urbanistica (sulla quale si potrebbe comunque dibattere), ma di una questione di opportunità e tutela dell’interesse pubblico. Quell’interesse pubblico, rappresentato dalla realizzazione delle opere di urbanizzazione, tanto sbandierato dalla maggioranza durante la seduta di approvazione del Piano Particolareggiato.
Quell’interesse pubblico che potrebbe essere perseguito anche attraverso una “maggiore” (per usare un eufemismo) trasparenza da parte dell’amministrazione.

Un’ amministrazione che si rifiuta di approvare il Question Time, uno strumento che potrebbe gettare le basi per una maggiore partecipazione e coinvolgimento dei cittadini alle sedute del Consiglio Comunale, affermando di ricevere già a sufficienza il pubblico in Municipio. Un’ Amministrazione che sembra dimenticarsi di avere un Regolamento per la partecipazione approvato nel 2006. Un’ amministrazione che si fa forte dei voti ottenuti alle ultime elezioni, ma che ha omesso di trattare alcuni temi durante la campagna elettorale e ha dipinto come forcaioli chi tentava di farlo. Continua a leggere “Compartone Non Attuabile”

Annunci
Pubblicato in: ambiente, compartone

E’ UNA … COLATA PAZZESCA

cementificazione-cagare-case-168132Il rag. Ugo Fantozzi avrebbe utilizzato un altro termine, ma tant’è.

La scorsa estate, come molti ricorderanno, con delibera di Consiglio Comunale n. 57 del 19 agosto 2014 fu approvato il Piano Particolareggiato di iniziativa privata “Comparto C2-4 (Compartone) stralcio 1A e 1B, che prevede la realizzazione della prima trance di unità immobiliari per un totale di 113 nuovi insediamenti. Continua a leggere “E’ UNA … COLATA PAZZESCA”

Pubblicato in: bilancio, compartone, movimento 5 stelle san giovanni in marignano

NULLA DI NUOVO SOTTO LE NUVOLE

Anche il bilancio 2014 del comune di San Giovanni evidenzia vecchi errori e ne palesa altri, frutto di errate valutazioni passate.
Ma andiamo con ordine….

Gli ultimi esercizi hanno visto un costante e progressivo aumento della pressione fiscale fino ai massimi livelli consentiti dalla normativa nazionale, con il risultato di drenare risorse importanti, soprattutto in un momento di crisi, dalle tasche dei cittadini e delle casse delle imprese produttive, artigiane e commerciali.

Mentre l’amministrazione era solerte a togliere sempre piu’ da una parte, altrettanta solerzia non si era manifestata per specifici soggetti passavi d’imposta, nello specifico parliamo della società Nuova San Giovanni Srl, che nel corso degli anni ha visto lievitare il suo debito nei confronti dell’amministrazione pubblica, senza aver versato un solo centesimo nelle casse comunali.

Oggi, grazie alla nostra azione politica che oltre a far “notare” all’amministrazione comunale che aveva sbagliato la base imponibile su cui doveva essere calcolata l’imposta facendo emergere ulteriori 600.000 euro dal 2009 al 2013 (manca il 2014 e 2015), ha costratto l’mministrazione a notificare alla Nuova San Giovanni Srl il mancato versamento di ben 857.802.77 euro (chiedere a quali anni si riferisce questa cifra). Cifra, che molto probabilmente le casse comunali, e quindi i cittadini, non vedranno mai, come si legge anche dalla relazione del revisore di cui citiamo testualmente: “Al riguardo il Revisore osserva che le somme €. 857.802,77:, ancorché accertate a carico della SRL Nuova San giovanni per ICI ed IMU, saranno difficilmente incassate; infatti il contribuente non ha mai pagato le ingiunzioni ricevute e la Sorit Spa, agente di riscossione, ha dovuto accendere ipoteche sui beni di proprietà della predetta Srl, a garanzia dei crediti del Comune, ma i beni ipotecati saranno poi difficilmente alienabili, trattandosi di aree”.
Continua a leggere “NULLA DI NUOVO SOTTO LE NUVOLE”