Pubblicato in: ambiente

L’ASSESSORE, GLI ALBERI E LA FOTOSINTESI

Interessante la risposta del nostro “assessore” sul tema delle ripiantumazioni lungo il Conca. Un bel post,  anche se spacciare l’ incuria per virtù è lavoro da avvocato, non per chi ha a cuore l’ ambiente.
Andiamo ad analizzarlo  :
Per cominciare,  l’Assessore ha fatto foto “ravvicinatissime” entrando in una zona  interdetta a noi comuni mortali.. le nostre foto infatti sono  state  fatte sporgendoci  sopra la recinzione.. di più non possiamo. Guardando le sue foto ci è sorto un dubbio  e siamo andati  quindi a farne altre e… in una ristretta zona si nota che si è provveduto a spostare la “rigogliosa” vegetazione, e a scattare le romantiche  foto della piantina in lotta contro le avversità e il menefreghismo, ma il resto è esattamente come prima, e smentisce  quanto affermato  dal nostro eroe. Ora, anche con l’ausilio di un esperto, ci dica: quante piantine, sulle 200 messe a dimora, prolifereranno..?

Il post dice : “la vegetazione contribuisce a conservare l’umidità del terreno preservandolo dall’irraggiamento solare… […] l’erba alta non solo non ha arrecato danno alle piantine bensì ha permesso loro di sopravvivere alla calura estiva” …Attenzione però perchè ogni  “ALBERO”  ha bisogno di luce solare per crescere (quel fantastico fenomeno chiamato fotosintesi, mai sentito? ).. un ARBUSTO effettivamente cresce anche nella penombra del sottobosco.
Esistono molti modi per trattenere l’ umidità, fra cui rimuovere/strappare le erbacce lasciandole sul posto e/o schiacciarle attorno alla piantina. Allora perchè è stato fatto solo su poche (quelle nelle foto) piantine ?  Non doveva rientrare tra le mansioni del manutentore ? (sempre che ne fosse previsto uno) . Continua a leggere “L’ASSESSORE, GLI ALBERI E LA FOTOSINTESI”

Annunci