Pubblicato in: amministrazione morelli, Notte delle Streghe 2019

QUANTE SONO LE EDIZIONI DELLA FESTA DELLE STREGHE?

I nostri amministratori continuano nella loro azione di revisionismo storico o noncuranza, indicando l’attuale edizione della Festa delle Streghe come la 31 esima, solo che questa volta, forse nel goffo tentativo di nascondere il clamoroso scivolone di conteggio,  parlano di anni.

Se non fosse che in tutto il mondo i festival, le feste, le sagre…. si contano per numero di edizioni, verrebbe da chiedersi quale sia il vero motivo di questo incaponimento nel non voler ammettere l’errore, forse che nel 2018 si sono spesi migliaia di euro in piu’ per festeggiare l’edizione sbagliata?. A questo punto rinnoviamo l’invito sia alla maggioranza ma anche all’opposizione, che può intervenire con una specifica interrogazione, a chiarire definitivamente la questione, se non altro perché sono stati spesi soldi pubblici in piu’ per un’edizione (sembra) sbagliata.

Pubblicato in: amministrazione morelli

La SOLA pubblica

Dimezzamento disinteressato?

In occasione dell’ultima edizione della festa delle streghe prima delle prossime elezioni per il nuovo Sindaco (presumibilmente aprile/maggio del 2019), la nostra amata amministrazione si è accorta che la tassa di occupazione di suolo pubblico (Tosap) per le attività economiche non temporanee forse era un tantinello “esagerata”, per chi le imposte e le tasse al Comune le paga tutto l’anno.

Fra le motivazioni ufficiali, che hanno portato a questa decisione di riduzione della Tosap, citiamo: “tiene conto del particolare momento economico”, la stessa motivazione che ha permesso di mantenere la tariffa piena per gli ultimi anni 5 anni, citiamo da delibere di giunta “Ritenuto, vista la perdurante crisi economica, mantenere le tariffe della manifestazione invariate ….”

Sicuramente l’amministrazione avrà voluto andare incontro ai commercianti e agli esercenti che da sempre si prodigano per mantenere vivo il borgo e che da sempre non hanno visto di buon occhio questa tariffa ritenuta un po’ troppo alta in occasione della Festa delle Streghe per chi opera in pianta stabile ogni anno, 365 giorni all’anno per mantenere vivo il borgo. Continua a leggere “La SOLA pubblica”