Pubblicato in: amministrazione morelli, Notte delle Streghe 2019

QUANTE SONO LE EDIZIONI DELLA FESTA DELLE STREGHE?

I nostri amministratori continuano nella loro azione di revisionismo storico o noncuranza, indicando l’attuale edizione della Festa delle Streghe come la 31 esima, solo che questa volta, forse nel goffo tentativo di nascondere il clamoroso scivolone di conteggio,  parlano di anni.

Se non fosse che in tutto il mondo i festival, le feste, le sagre…. si contano per numero di edizioni, verrebbe da chiedersi quale sia il vero motivo di questo incaponimento nel non voler ammettere l’errore, forse che nel 2018 si sono spesi migliaia di euro in piu’ per festeggiare l’edizione sbagliata?. A questo punto rinnoviamo l’invito sia alla maggioranza ma anche all’opposizione, che può intervenire con una specifica interrogazione, a chiarire definitivamente la questione, se non altro perché sono stati spesi soldi pubblici in piu’ per un’edizione (sembra) sbagliata.

Pubblicato in: amministrazione morelli, Notte delle Streghe 2019

MAMMA, HO PERSO UN’EDIZIONE

…Leggenda vuole inoltre che Artemisia, la strega buona della Valconca, abitasse a San Giovanni in Marignano, luogo di streghe, inganni e superstizioni fin dal Medioevo.

Queste tradizioni, il folclore, la superstizione popolare e l’ingegno di alcuni marignanesi, hanno dato vita nel 1988 a “La Notte delle Streghe”, manifestazione che è ormai una delle più longeve ed amate della Romagna.

In base a quanto dichiarato sul sito ufficiale della festa la prima edizione è avvenuta nel 1988, quindi a meno che non si sia saltata un’edizione quella del 2019 è l’edizione numero 32 e non la numero 31.

Questo clamoroso equivoco storico dovrebbe essere chiarito una volta per tutta dall’amministrazione Comunale, che anche recentemente sui quotidiani locali parla di 31esima edizione.

Non vorremmo che si persistesse in questo possibile orrore solo per il fatto di voler coprire la svista dell’edizione del 2018, venduta per la 30esima mentre invece avrebbe dovuto essere la 31esima.

I casi sono due o dal 1988 ad oggi si è salta un’edizione o qualcuno ha errato nel conteggio delle edizioni accorse dal 1988 ad oggi.

Forse il nuovo assessore al bilancio, pallottoliere alla mano, potrà aiutare a risolvere questo mistero oppure la nuova opposizione, potrebbe presentare un’interrogazione per fare luce una volta per tutte sulla questione.

Ai più quanto detto potrebbe sembrare una cosa di poco conto, una sciocchezza:” cosa vuoi che sia 30esima, 31esima, l’importante è che sia bella”.

La festa è bellissima, ma quando si spendono soldi pubblici extra, per festeggiare l’edizione sbagliata e quando si rischia di protrarre nel tempo un errore storico, la cosa per amore della verità andrebbe chiarita in modo ufficiale, altrimenti pubblicazioni di libri a carattere storico e rievocazioni risultano essere del tutto inutili.

@signoracesina