Pubblicato in: amministrazione morelli

I gioielli di famiglia

La recente notizia che la ex sede comunale (per il momento) non sarà messa in vendita, oltre che rallegrarci conferma una volta di più che l’amministrazione Morelli sulle opere pubbliche naviga a vista e non ha le idee molto chiare su quello che dovrà essere San Giovanni in Marignano fra 20 o 30 anni.

Dopo la vicenda del bilancio partecipativo ridottosi da uno per anno a uno ogni 5 anni adesso la retromarcia (giusta) riguarda la vendita della ex sede Comunale perché sono arrivati dei soldi che già dovevano essere stati incassati. Tutto bello, tutti felici e tante opere per tutti.

Ma se si va a oltre la notizia e si ricorre alla memoria di lungo periodo alcune domande sorgono spontanee.

La vendita della ex sede comunale non doveva servire per finanziare la costruzione del nuovo plesso scolastico? Adesso come sarà finanziato?  Con il milione in 10 anni non sembra visto che si dichiara che quei soldi saranno usati per il sociale.Allora dove si reperiranno quei soldi?  Come sempre dichiarazioni fumose, contraddittorie, perché tutto sia detto ma si possa sempre dire il suo contrario senza poter essere smentiti. Continua a leggere “I gioielli di famiglia”

Annunci
Pubblicato in: amministrazione morelli, riviera golf

…E adesso?

Era il 5 agosto 2016…

il Movimento 5 stelle Marignanese chiedeva lumi in merito al “non accatastamento” nella corretta categoria D6 di gran parte dell’impianto golfistico 18 buche presente sul territorio. Quasi un fulmine a ciel sereno per gli stessi rappresentanti del Movimento, sicuramente una “scossa” per chi è chiamato ad amministrare un ente pubblico. . Come abbia potuto essere “mal accatastato” per oltre un decennio, come sia potuta partire l’attività (al tempo inaugurata alla presenza di eminenti politici) rimarrà un mistero che non ci interessa risolvere. Da forza di opposizione attenta alle dinamiche della politica locale, al Movimento   interessava solo capire se questo presunto erroneo accatastamento avesse comportato delle mancate entrate nelle casse comunali, notoriamente sempre in affanno a causa dei continui tagli. I proventi Imu sono linfa vitale, anche in modiche cifre, soprattutto in un comune come il nostro che fra tante vicissitudini, attività finite a gambe all’aria e il famigerato Compartone mai partito ha visto registrare mancati incassi più che consistenti.

Dopo il tam tam mediatico, i social e il “folklore paesano” di quel fine estate, l’azione politica di studio e monitoraggio dell’opposizione non poteva esaurirsi nell’attesa dei tempi della burocrazia, e per evitare i tempi della prescrizione abbiamo voluto seguire da vicino l’intero iter. Continua a leggere “…E adesso?”

Pubblicato in: amministrazione morelli, bilancio

Partecipare….Quando?

A San Giovanni il percorso del Bilancio Partecipativo sembra arrivato alle sue battute finali.
Tralasciando di puntualizzare su chi per primo abbia sollevato la questione di introdurre a San Giovanni questo strumento, in fondo si sa, chi “fa” dovrebbe essere chi amministra e conseguentemente “il cappello” (se la cosa sembra funzionare) lo mette senza pensarci due volte.

Leggendo e ascoltando le dichiarazioni dell’Amministrazione Morelli durante eventi pubblici e comunicati stampa, questa però non sembra avere le idee ben chiare, tendendo a contraddirsi la volta successiva..
La stessa cosa è capitata su altri argomenti, come per es. Fusione/Unione dei Comuni.

Circa 2 anni fa, nel corso di alcuni incontri con i cittadini, fu detto o perlomeno fatto capire che il Bilancio Partecipativo avrebbe interessato ogni anno dell’Amministrazione Marignanese. Tradotto: ogni anno sarebbero stati stanziati complessivamente per tutto il Comune 50.000 euro Continua a leggere “Partecipare….Quando?”

Pubblicato in: amministrazione morelli, movimento 5 stelle san giovanni in marignano

L’informazione scarseggia e la papera non galleggia

Siamo rammaricati dall’apprendere dai mezzi di stampa, che ancora una volta questa amministrazione tenta di gettare discredito, senza dare risposte,  su chi chiede spiegazioni  legittime nell’interesse di tutta la comunità marignanese e non solo di alcuni portatori d’interesse locale.

Come forza di opposizione di questo Comune ribadiamo che il Movimento 5 Stelle non è in alcun modo contro le opere pubbliche, che possono portare beneficio a tutta la comunità, ma nell’interesse della stessa chiediamo che vengano fornite tutte le informazioni  in merito nei luoghi istituzionali e non sui giornali.

Non è concepibile che l’Assessore ai lavori pubblici, non sappia se i fondi per la progettazione saranno a totale carico del nostro Comune o se andranno ripartiti fra altri Comuni o inseriti all’interno del finanziamento e che per rispondere a questa semplice domanda debba intervenire il dirigente preposto.

Ribadiamo che non siamo mai stati informati di niente su questo progetto, sulle sue modalità di finanziamento e di contribuzione e se il Consigliere Vico dichiara che pure lei ha avuto le informazioni solo 5 giorni prima del Consiglio come tutti quanti o soffre di amnesia o era molto distratta visto che il Regione c’era lei, il Sindaco e l’assessore ai lavori pubblici e siccome non crediamo siano andati a Bologna solo per bere un caffè, ma per avere tutte le informazioni in merito alle opere, non può asserire di aver avuto accesso alle medesime informazioni dei Consiglieri di opposizione.

Se tutto questo clamore è stato fatto solo per gettare fango sul Movimento lo accettiamo, sta nei giochi delle parti, anche perché non sarebbe la prima volta, ma il Movimento non è abituato a muoversi senza cognizione di causa, ad improvvisare, e i fatti per fortuna parlano a nostro favore, basti ricordare  a mero titolo esemplificativo, che il Movimento:

– ha permesso di far emergere oltre 400.000 euro di Imu non versata perché calcolata su una base imponibile più bassa (vicenda Compartone);

– ha permesso di avviare una verifica su un possibile accatastamento erroneo di terreni ( vicenda Golf), che potrebbe portare altri soldi nelle povere, casse Comunali;

– ha permesso di avviare il Piano di Abbattimento delle Barriere Architettoniche (PEBA), mai attuato da oltre 20 anni e i recenti lavori in Via dei Pini dimostrano l’efficacia della nostra attività politica su questo argomento; Continua a leggere “L’informazione scarseggia e la papera non galleggia”

Pubblicato in: ambiente, amministrazione morelli

Il peso delle parole

Le parole “contano”, speriamo che a San Giovanni pian piano tutti lo capiscano… quando si lanciano accuse o critiche, occorre esprimere pensieri completi (soggetto-verbo-complemento…almeno) come, ad esempio, distinguere gli “alberi” dagli “arbusti”, distinguere le “IMU incassate dai cittadini virtuosi” da quelle “non incassate”da…altri.

Purtroppo in questo contesto non fa eccezione la telenovela dell’ eternit sulla copertura dello stadio: non staremo qui a ripetere il grado di tossicità dell’eternit, oppure che non è lo stadio l unico problema (c’è né tanto in giro per tetti e campagne… ).

Siamo qui invece per farvi notare “il peso delle parole” e l’ affidabilità di alcune fonti..

La vicenda affonda le radici in chissà quale passato, ma venne a galla nell’ inverno 2014, presente ancora la vecchia giunta (dello stesso colore). Ma andiamo con ordine:

l articolo di giornale del 8 febbraio 2014 parla chiaro, “i tecnici dell azienda sanitaria di Rimini hanno deciso, in accordo con l amministrazione comunale, di effettuare un campionamento del materiale allo scopo di valutarne l effettiva pericolosità”.. parole assai rassicuranti le quali difficilmente, nonostante i tempi della politica, potevano cadere nel vuoto. Anche perché il tema era sentito da famiglie con tanti giovani impegnati nel calcio, e la nuova Amministrazione  di centro-sinistra (eletta a  fine maggio 2014) rappresentava la perfetta continuità col passato.

Passó più di un anno e il 1 marzo 2015 un ulteriore articolo di giornale rassicuró ancora i ”polemici cittadini”: “Precisiamo, comunque, che le polveri presenti sul tetto sono state sottoposte ad un trattamento che ne ha ridotto sensibilmente l impatto ambientale, anche se questo è avvenuto diversi anni fà”.

“diversi anni faè sicuramente molto interpretabile, visto che i trattamenti non valgono in eterno, ma tanto bastava a placare nuovamente le polemiche.

Recentemente, nelle tante discussioni sui social che animano il paesello, il presidente della Marignanese, probabilmente fidandosi come tanti delle parole di qualcun’ altro, ribadiva che “al tetto in eternit è stato fatto un trattamento di stabilizzazione”…

Per noi del Movimento, troppe parole e pochi documenti: quindi con un nostro accesso agli atti abbiamo chiesto I seguenti:

-risultati della verifica sulla campionatura compiuta dalla AUSL, e ogni eventuale documento

-delibera o fattura che dimostri una precedente messa in sicurezza/trattamento di stabilizzazione/incapsulamento.

Lapidaria la risposta (Protocollo 2016/0013585 del 07/11/2016):

“con la presente siamo a comunicare che il servizio Sanitario Regionale della Regione Emilia Romagna non ha mai effettuato campionature, ma solamente un sopralluogo nel corso del 2014, dove evidenziava la probabile presenza di fibre amianto”. 

L’ amministrazione ricorda poi l’ affidamento dell’ incarico di progettazione,  e che la gara d’appalto verrà effettuata dopo l’ approvazione del bilancio 2017..

Con ulteriore email abbiamo chiesto almeno il verbale del sopralluogo (non capiamo perché non ci sia stato allegato), che stiamo ancora attendendo..

Valutate voi il peso delle parole che abbiamo letto in quasi 3 anni… A noi risulta tragicamente comico il fatto che ciò che si scrive sui giornali e sui social possa essere così facilmente smentito dai documenti ufficiali.

2