Pubblicato in: amministrazione morelli, consiglio comunale, movimento 5 stelle san giovanni in marignano

VANAGLORIA

Vanagloria

/va·na·glò·ria/

Sostantivo femminile

Accentuato compiacimento di sé, che, pur senza alcun fondamento di meriti effettivi, determina una smodata ambizione.

Cinque (5) anni. Ci sono voluti quasi cinque anni, l’impegno del movimento 5 stelle, di associazioni, istituzioni, e il clamore mediatico suscitato dai cittadini preoccupati per la salute dei loro figli.

Cinque (5) anni per convincere (o costringere), l’amministrazione a rimuovere la copertura in eternit dello stadio comunale.

Febbraio 2014 – giugno 2016.

Più di due anni per recepire le indicazioni dell’ASL, cioè verificare tramite un “tecnico abilitato” lo stato di degrado della copertura in eternit. Più di due anni.

In una uggiosa, quasi novembrina mattinata di giugno 2016, un geometra comunale senza nessuna competenza in ambito ambientale o sanitario viene abilitato ad eseguire una perizia di parte, in cui il proprietario (il comune) autocertifica che per altri tre anni può chiudere un occhio.

Altri 6 mesi e a gennaio 2017 arriva la delibera per la messa in sicurezza “urgente” della famigerata tettoia. Talmente urgente che devono passare altri due anni per arrivare alla conclusione (forse) della vicenda.

Quasi cinque anni per abbattere il muro di indifferenza eretto da chi ha prima negato, poi minimizzato e infine nascosto, impubblicabile come un segreto di stato, questa vergogna.

Lasciamo pure la vanagloria a chi non ha altro a cui aspirare; noi ci godiamo il risultato frutto del nostro lavoro nell’ esclusivo interesse della collettività, consci che c’è ancora molto da fare a livello regionale per scardinare questa legge, parte di un sistema in cui l’etica è facoltativa.

Annunci