Pubblicato in: amministrazione morelli

Dalla prima lettera dei 5 Stelle a Daniele Morelli…

Matteo 10,14
“Se qualcuno poi non vi accoglierà e non darà ascolto alle vostre parole, uscite da quella casa o da quella città e scuotete la polvere dai vostri piedi.”

Caro Sindaco,

è giunta voce che il segretario del PD Marignanese non si è fatta sfuggire l’ennesima occasione per offendere l’opposizione di San Giovanni con accuse risibili degne, purtroppo, della piu’ bieca politica dell’odio di stampo “radical chic”.

Sono state esternate accuse di non aver mai portato proposte politiche degne di questo nome su nessun argomento.

Qualcuno però ha preso appunti in questi anni, accorgendosi che le vicende politiche sono andate un pochino diversamente.

Andando nel dettaglio, emerge quanto segue:

  • Approvazione e disapprovazione dopo 12 mesi del piano particolareggiato del Compartone. Secondo la capogruppo, l’opposizione avrebbe dovuto approvare la disapprovazione di un piano che, sempre secondo l’opposizione, nemmeno doveva esistere? Con il rischio di contribuire alla peggiore figuraccia politica degli ultimi 20 anni nell’intera provincia di Rimini?
  • Bilancio Partecipato, regolamento approvato con il contributo del Movimento. Proporre osservazioni e modifiche e poi approvarlo insieme maggioranza e opposizione, cos’è caro Sindaco, se non un sano apporto alla politica del nostro paese?
  • Adozione a attuazione del Peba inesistente e di cui nessuno, forse, ne conosceva l’esistenza prima dell’interrogazione dei 5 Stelle. Tra l’altro alcuni esponenti del Movimento 5 stelle locale hanno partecipato personalmente ai tavoli di lavoro e dato un contributo piu’ che fondamentale alla sua attuazione e parzialissima realizzazione, ed è tutto verbalizzato! Caro Sindaco ci dia chiarimenti…vogliamo rinnegare forse un PIANO di ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE?
  • Il movimento ha sollevato la questione del recupero di accatastamenti di terreni erroneamente “sfuggiti” per anni. A chi sarebbe capitata questa svista? Non si è ma sentito da un capogruppo rinnegare una collaborazione così evidente ed efficace che contribuisce ad incrementare le entrate del nostro comune. Forse Sindaco la vostra capogruppo non ha ancora colto l’importanza della questione.
  • Il suo partito ha approvato per anni i bilanci facendo riferimento nei documenti a una legge sulla flora e la fauna fluviale, e mai nessuno si è accorto di questo? Sindaco, ma dove rileva il segretario del suo partito questa presunta “inconsistenza” dell’opposizione la quale si accorge anche di minime sviste, fondamentali per amministrare al meglio il nostro comune?
  •  Proposta “Baratto Amministrativo”, pur di non prendere una decisione avete preferito allungare il brodo e annacquare tutto, facendo un’interrogazione al Ministero, da cui ovviamente non è pervenuta nessuna risposta. Volontà politica del Movimento verso volontà della maggioranza 10 a 0. Sindaco, chi avrebbe apportato zero contributo alla politica di San Giovanni?
  • Proposta di revisionare, aggiornare insieme il regolamento del Centro Giovani per dettare preventivamente all’assegnazione i migliori criteri gestionali. Dopo due anni viene assegnato il Centro con lo stesso regolamento. Sindaco, dove sarebbe l’inconsistenza?
  •  Proposta dello sgambatoio per cani fatta dal Movimento, ovviamente respinta, poi la classica mossa, “la faccio come voglio, io”, ma siccome forse non è stata capita bene, è venuta male.

Qui rischiamo che le parole evangeliche di Matteo apostolo invece che riferirsi alla opposizione in consiglio di San Giovanni, si rivelino (o si sono già rivelate?) profetiche per la cittadinanza la quale, inascoltata e delusa, si scrolli di dosso ogni istinto di partecipazione e reagisca con triste indifferenza.

 

Annunci