Pubblicato in: edilizia

CEMENTO AL MARE

Nel Consiglio Comunale di fine marzo il Movimento 5 Stelle esprimeva un fermo voto contrario per la realizzazione di nuove opere a carattere commerciale/servizi in via al Mare, in quanto a nostro avviso questa “iniziativa” non doveva nemmeno essere presentata. Stranamente allora tutto passò sotto traccia.

Ma sappiamo che spesso “i nodi vengono al pettine” ed ora siamo giunti alla Conferenza Territoriale Preliminare, in cui si riuniranno le amministrazioni comunali della Valconca e del distretto sud della provincia per discutere riguardo a un “atto” che, a nostro avviso, sembra più un affronto.

Sono giorni che sui giornali si leggono esternazioni dei Sindaci e dei rappresentanti delle categorie commerciali e dell’artigianato contro questo progetto, fuori dal tempo e dall’attuale contesto economico e che serve solo e unicamente a fare cassa. Le opere pubbliche prospettate sono solo fumo negli occhi e se veramente di vitale importanza potrebbero essere realizzate intraprendendo altre strade.

Ecco qualche esempio:

Il Comune di Morciano, facendo proprie le preoccupazioni già manifestate da associazioni di categoria e consorzi di commercianti, esprimerà parere contrario a questo progetto, considerandolo non funzionale allo sviluppo e alla riqualificazione del territorio e del suo tessuto economico locale” (Fonte Giornale di Cattolica.com)

“Il giudizio di Confesercenti è decisamente negativo, e mi auguro che mercoledì in Conferenza dei servizi vi sia un ripensamento sul piano per la realizzazione di nuove superfici commerciali a San Giovanni in Marignano. Fabrizio Vagnini presidente provinciale di Confesercenti Rimini” (Fonte: Giornale di Cattolica.com)

“Anche il sindaco di Cattolica si schiera con Confartigianato contro l’arrivo di nuovi outlet a San Giovanni in Marignano. In Valconca la tensione è palpabile. L’intervento sarà discusso domani da tutti i sindaci del distretto sud della provincia di Rimini. Gennari dal canto suo esprime grande perplessità in merito a un’opera che rischia di mettere in ginocchio i nostri centri storici” (Fonte: Giornale di Cattolica.com)

A questo punto, ci auguriamo che nella prima citata Conferenza in programma proprio stamane (15 novembre) questo progetto venga definitivamente bloccato, riuscendo laddove il voto contrario dei consiglieri di minoranza non è riuscito.

Come Movimento 5 Stelle di San Giovanni in Marignano ovviamente seguiremo la vicenda da vicino, ma intanto sorgono spontanee diverse domande:

Perché i Sindaci del circondario non sono stati coinvolti prima del 31 marzo? E, cosa ben più grave, perché sono stati informati solo ora? Non trovate sia alquanto singolare che si cerchi di giustificare la realizzazione di 12.000 metri quadri di area commerciale per risolvere problemi di traffico già presenti nell’area? Infine, perché solo il Movimento a Marzo ha inteso (testimoniato dal voto contrario) che questa Amministrazione stava preparando una “gigantesca polpetta” con la quale strozzare i commercianti della Valconca, in primis marignanesi? Aveva capito quello che ora tutti sembrano capire? Forse continuano le doti di “veggenza” ….

Come tutti gli attori che adesso sono sulla scena, anche il M5S marignanese continuerà a sostenere un maggiore impegno, nell’incentivare l’apertura o il sostegno di piccole/medie attività commerciali e artigianali del proprio centro storico e zone adiacenti.

Annunci