Pubblicato in: ambiente

La sic..città

Vi ricordate delle piantine/arbusti piantate lungo la ciclabile del Conca a cui fu data grande esposizione mediatica soprattutto sui social che fu tema di  discussione fra cittadini e tra gli esponenti di Maggioranza e Opposizione?

Bene, non è bastata la “prima volta”,

Il nostro Assessore al “tutto” quando facemmo notare che le piantine erano vittime dell’ incuria e dalle erbacce, accampo’ varie scuse per giustificare la  virtuosità di quel comportamento, però prontamente intervenì a “dare una ripulita”, per far respirare (finalmente) quelle che erano sopravvissute in maniera non invasiva, come la buona ecologia comanda.

Ma mai avremmo immaginato che avrebbero perso ancora di vista quel tratto di verde “ opera loro” al quale tanto risalto avevano dato al tempo.

Le foto sono eloquenti, piantine tanto piccole con una delle peggiori siccità di sempre…

Non si vuole stare qui a ripetere quanto quel tipo di ripiantumazione su una assolata pietraia non abbia senso, o come veramente si dovrebbe espandere il verde  “selvatico”, o quanto di più si deve  pretendere sul verde urbano (si ricordano i 104 alberi tagliati IN PAESE solo nel 2016)

Domani sicuramente ci verra detto qualcosa di positivo sulla ciclabile del Conca inneggiando a qualche successo o a qualche fortissima piantina che “ha resistito“….. Rimangono forti alcune evidenze: su questi temi ambientali l’ Amministrazione è totalmente e gravemente lacunosa, con  idee vaghe, ma soprattutto (ed è il fatto più grave) soffre di un ASSOLUTO DISINTERESSE.

Si fanno iniziative solo per dare un immagine ambientalista, per creare consenso e poi tutto finisce nel dimenticatoio..

In realtà parlando con gli uffici è emerso purtroppo che per aiutare le piantine non ci sono risorse… Bene, benissimo, allora significa che fin dall inizio il Conca andava lasciato così come è, poiché natura avrebbe fatto il suo corso.. se invece si interviene con la mano dell’uomo, usando i volontari, allora di fronte alla grave siccità del 2017 si dovrebbe re-intervenire con la mano dell’uomo, ovvero ancora con i volontari e a costo 0…

Ci auguriamo un impegno di gran lunga maggiore sul verde urbano e ricordate: le piantine, gli alberi, il verde, come già abbiamo detto, non sono “eventi”, né sagre paesane, né concerti o celebrazioni… dopo i selfie, inizia il vero lavoro.

Annunci