Pubblicato in: consiglio comunale

Realtà distorta

Ci sono giochi a cui non ci piace giocare, giochi coi quali viene distorta la realtà, per fini personali o meramente politici.

Il Movimento non è contro le “Grandi Opere”, ma è contro a un modo di fare, quanto meno improprio e reiterato nel tempo, che non informa la controparte politica adeguatamente e poi pretende la fiducia in bianco. Non si possono portare in Consiglio Comunale opere pubbliche per un milione e mezzo di euro e chiedere il voto favorevole quanto si è stati informati di tale intenzione solo 5 giorni prima.

Non si può chiedere collaborazione quanto non è mai stato chiesto il coinvolgimento di almeno un nostro Consigliere.

E’ stato fatto almeno un incontro in regione con tanto di foto di gruppo, ma nessuno dei Consiglieri del Movimento è stato invitato o quanto meno informato dell’esito dell’incontro. Sull’inserimento delle nuove opere pubbliche nel 2017 in bilancio ci siamo ASTENUTI, perché non sappiamo niente di queste opere, in che tempi saranno realizzate, come saranno finanziate e soprattutto con quali modalità. Sulla progettazione abbiamo votato contro perché il finanziamento della stessa, per ora tutta carico del Comune, era inserito in una variazione di bilancio ben più ampia, ma soprattutto perché anche in questo caso non siamo stati informati di niente.

Non si può essere favorevoli ad una spesa di 140.000 euro senza avere informazioni.
L’assessore viene in Consiglio, espone sinteticamente la questione e noi dobbiamo votare a scatola chiusa, perchè così fan tutti? Nessuno mette in dubbio che le opere siano necessarie, soprattutto se fatte per rimediare ad errori di progettazione e valutazione fatti dalla precedenti amministrazioni (2/3 dei componenti dell’attuale Giunta erano comunque presenti anche a suo tempo n.d.r.); ma, per esempio, questi soldi saranno rimborsati da qualche ente visto che si tratta di opere pubbliche di cui beneficeranno tutti i Comuni della parte sud della provincia? Le opere saranno completamente a carico della Stato e della Regione o sarà necessario un contributo anche da parte del Comune? Queste sono informazioni che non ci sono state fornite per cui ci sembrava corretto votare contro, in questo contesto, anche per evitare di buttare-come in passato-soldi pubblici per progetti MAI realizzati.

Vi ricordare i soldi spesi per la progettazione dell’asilo interaziendale poi finiti nel nulla perché il Comune dovette rinunciare all’opera per mancanza di fondi? Esiste lo stesso pericolo anche per queste opere? Noi non lo sappiamo perché nessuno ci hai mai detto niente in merito, non siamo mai stati coinvolti e questa informazione non è stata data nemmeno durante l’ultimo Consiglio.

Il Movimento non firma cambiali in bianco, senza avere tutte le informazioni, soprattutto quando ci sono in ballo soldi pubblici.
Ci auguriamo che l’infelice uscita del Consigliere sia stata in buona fede, presa dall’entusiasmo di mettersi in bella luce con i suoi elettori, ma che non lo faccia a spese di altre forze politiche, facendo apparire quello che non è.

Annunci