Pubblicato in: compartone, politica, riviera golf

“Il Piva mormorò: non passa lo straniero” (quello che ama Cattolica, ma San Giovanni un po’ di più)

PIVAGAMBINI

A leggere la stampa locale sembra proprio che la campagna elettorale per le primarie del PD nella vicina Cattolica, stia entrando nel vivo. Sono ormai quotidiane le stoccate che si scambiano a suon di articoli a tutta pagina, due dei candidati, Corrado Piva (geometra, ex Assessore nella giunta Micucci) e Sergio Gambini (ex parlamentare, cattolichino di adozione matrimoniale).

Il primo ricorda come nella storia amministrativa dei nostri cugini, non sia mai stato eletto un Sindaco non “autoctono”, il secondo ribatte “straniero si, ma innamorato di Cattolica”. E come in un Risiko, reale però, ognuno comincia a piazzare i suoi carri armati per la conquista delle poltrone di palazzo. Se, come da qualcuno “auspicato”, si arrivasse il prima possibile alla fusione, perché tanto rumore per nulla? Noi un Sindaco lo abbiamo già (anzi due…forse tre), andiamo sull’usato sicuro e risparmiamo i soldi dei contribuenti. Siamo cugini o no? Se non ci si aiuta in famiglia…sperando che nessuno dei tre si offenda per l’ accostamento.

Sicuramente il Nostro arriverà a fine mandato, ma solo perché Funelli non è…Abramovich. Sembra che i suoi sodali gli abbiano dato tre grandi obiettivi da portare a casa (il resto è normale amministrazione). Il primo (Compartone) gli si è sgonfiato tra le mani. Avrà la soddisfazione di vedere il proprio nome scritto sulla targa nella Sala del Consiglio, ma potrebbe anche essere il primo Sindaco “monomandatario” dopo cinquant’anni.

Spetterà sicuramente ai cittadini di Cattolica scegliere prima il candidato e successivamente il Sindaco, ma noi marignanesi dovremmo stare alla finestra con le antenne ben alzate. Se la battaglia per la conquista delle poltrone è appena partita, quella per la conquista dei territori, che corre parallelamente e ci interessa più da vicino, è già ben oltre. Perché se è vero che l’ex parlamentare ama Cattolica, non si può negare che abbia come minimo un debole per la vicina San Giovanni, considerata “terreno fertile” (in senso di territorio) da conquistare.

Le prese di posizione dell’ Amministrazione, ci lasciano pensare che, se negli ultimi venti anni l’argomento che ha fatto più discutere a San Giovanni, è stato il Compartone, per i prossimi venti l’attenzione si potrebbe spostare sull’area del Golf. Potremmo presto trovarci a dover discutere di Condhotel (a stelle e strisce) tanto cari al Dott. Gambini, se con le buche o senza sarà tutto da vedere.
Esiste sempre un…Piano B.
“Io speriamo che mi sbagliavo”.

http://www.riminiduepuntozero.it/i-condhotel-fanno-bene-al-sistema-ricettivo-della-riviera/

Annunci