Pubblicato in: movimento 5 stelle san giovanni in marignano, sociale

ORECCHIE DA MERCANTE

donkey-hero Come ben sappiamo per i comuni non è un periodo semplice: sono costretti a fare i conti con carenti risorse, economiche e di personale, incontrando quindi gravi difficoltà nel fare ordinarie attività di manutenzione o eseguire interventi di miglioramento e valorizzazione del territorio. Allo stesso tempo peró, anche per alcuni cittadini il periodo non è dei migliori. Spesso si trovano in difficoltà economiche, purtroppo non riuscendo a pagare le tasse. Un buon aiuto per entrambi può venire da una legge del decreto Sblocca Italia: il baratto amministrativo. Per chi non lo conoscesse, il Baratto Amministrativo è uno strumento che consente ai cittadini bisognosi di pagare tasse e tributi come TASI, IMU e TARI, o piú in generale debiti con il fisco, con il proprio lavoro. In altre parole, attraverso lavori socialmente utili per il Comune, come ad esempio tagliare l’erba nei parchi, pulire le strade, prestare opere di manutenzione, il cittadino che per comprovati problemi economici non riesce a far fronte al pagamento delle tasse locali (già scadute), può assolvere all’adempimento eseguendo questi interventi (semplici prestazioni) per il Comune. Sempre più comuni stanno aderendo al Baratto Amministrativo, dato che i tagli alle gestioni amministrative rendono determinante l’uso di soluzioni alternative.

Invece San Giovanni in Marignano?

A quanto pare il nostro comune sembra essere in controtendenza rispetto alla realtá italiana, proponendo il Vo.ci Marignanesi, un regolamento disciplinare per la gestione del volontariato, largamente pubblicizzato oggi in tutti i quotidiani locali (mentre grande parte dei marignanesi era sotto l’ombrellone).

Una nostra rappresentanza del movimento si è incontrata con la vicesindaco Michela Bertuccioli e l’assessore Gianluca Vagnini proponendo la discussione sul baratto amministrativo, ma i 2 rappresentanti della giunta hanno sbandierato il loro progetto il Vo.ci marignanesi, facendo orecchie da marcante sull’adozione del baratto.

A quanto pare regolarizzare il volontariato sembra essere una priorità rispetto ad una soluzione concreta per aiutare le famiglie in gravi difficoltà con le tasse.

Pensiamo a chi recepisce una pensione minima o ai i giovani che a causa della crisi economica hanno perso il lavoro o sono in cassa integrazione, non riuscendo cosí a pagare l’affitto o l’IMU; il Baratto Amministrativo permetterebbe di estiguere i loro debiti. Ma la sua funzionalità va ben oltre: il Baratto Amministrativo restituisce dignità a chi è costretto a chiedere aiuto,mettendosi a disposizione della comunità, rendendosi utile agli altri.

Noi del Movimento 5 Stelle proseguiremo la nostra battaglia per portare il Baratto a San Giovanni in Marignano; a Settembre avremo un nuovo incontro con gli assessori (come da accordi) dove riproporremo il piano di adozione di tale strumento, sperando in una risposta positiva per il bene di tutta la comunità. Vi terremo aggiornati

Annunci