Pubblicato in: amministrazione morelli, movimento 5 stelle san giovanni in marignano

La grande amarezza

Che grande amarezza riscontriamo nel vedere che la nostra piccola ridente San Giovanni,in realtà non è che il frammento di un enorme specchio rotto chiamato ITALIA.
L’amarezza che non possiamo non provare all’esito dell’individuazione di Katia Bartolini nella persona che per l’ennesima volta andrà a ricoprire, ampiamente ricompensata con soldi di noi cittadini marignanesi, le funzioni di staff del Sindaco (come da noi “profeticamente” anticipato con il post “The winner will be”).
La grande amarezza non è rivolta alla persona della signora Bartolini…badate bene…La grande amarezza riguarda le 50 persone che hanno partecipato al bando pubblico per rivestire il ruolo che purtroppo, a giochi fatti, sembrava già predestinato/concordato a Katia Bartolini, già…responsabile della campagna elettorale per le primarie PD di Daniele Morelli, ora Sindaco di San Giovanni e soggetto incaricato a scegliere la persona destinata a ricoprire il ruolo (guarda caso la stessa Bartolini).
La grande amarezza per non avere armi…la grande amarezza perché tutto è già deciso (sfidiamo a provare il contrario) e la grande amarezza perché il sogno di poter conquistare un posto pubblico, armati semplicemente delle proprie capacità e competenze, senza le conoscenze del personaggio giusto…dovrebbe essere un diritto e non un sogno…la grande amarezza per i 35 partecipanti alla selezione che dal colloquio con Daniele Morelli speravano di ottenere un lavoro per i loro meriti e competenze…
La grande amarezza perché Roma e San Giovanni sono la stessa cosa…in piccolo…ma tristemente la stessa fotocopia di un Paese in cui i diritti e i sacrifici non vanno a braccetto con il MERITO.

Annunci