Pubblicato in: amministrazione morelli

The Winner will be…

Si conclude oggi, la tre giorni di colloqui che il nostro Sindaco ha tenuto al fine di individuare, tra i 35 ammessi, la figura in possesso “ di comprovata esperienza pluriennale e specifica professionalità nelle materie oggetto dell’incarico, di istruttore direttivo a tempo determinato e pieno presso l’ufficio comunale di Staff del Sindaco (ex art.267/2000). Per intenderci ruolo di segretario del Sindaco ricoperto fino alla scorsa legislatura da Katia Bartolini:nominata per la prima volta dall’ex Sindaco Funelli e poi riconfermata dall’ex Sindaco Bianchi.

La riforma della P.A. (Decreto Madia D.L. 90/2014), ha modificato i criteri e i requisiti necessari per ricoprire tale ruolo (non è più obbligatorio il possesso di una Laurea) e forse, per questo motivo, in Paese si era sparsa la voce che tra i nominativi dei partecipanti alla selezione c’era il rischio di ritrovarsi quello dell’ex Sindaco Sergio Funelli…….(pericolo momentaneamente scampato, anche se i ben informati lo danno in arrivo come incaricato esterno per dirigere l’AreaTecnica, ma noi non ci crediamo però, oltre che imminente la sua nomina a Presidente S.I.S).

Una piccola riflessione sulla equità di questa previsione normativa nazionale che attribuisce ai Sindaci a nostro modesto avviso, troppa discrezionalità, nella scelta di quello che a tutti gli effetti per la durata dell’incarico diventa un dipendente pubblico senza passare attraverso un concorso pubblico la vorremmo fare.

E’ indubbio che il Sindaco debba avere voce in capitolo sulla scelta del suo più vicino collaboratore (cosiddetta scelta “intuitu personae”). Vero è anche però che, il Sindaco non è un imprenditore proprietario di un’azienda privata e come imprenditore, totalmente libero di assumere chi gli aggrada o gli conviene, in quanto con il suo patrimonio personale paga i collaboratori e/o dipendenti. Il Sindaco stesso, secondo noi, dovrebbe essere vincolato da norme più restrittive che garantiscano la possibilità di accedere ad un’ occupazione lavorativa così prestigiosa tutti coloro che ne abbiano i requisiti in maniera oggettiva e non subordinata alla scelta personale del primo cittadino dato che poi, il segretario personale, viene pagato con soldi pubblici. Purtroppo questa è una delle tante contraddizioni italiane…..

Tornando a San Giovanni vorremmo ribadire il sostegno e l’incoraggiamento a tutti i partecipanti ai colloqui e fare una nostra previsione su chi risulterà la persona più adatta a ricoprire il ruolo in questione…

The winner will be…..B.K.

Annunci