Pubblicato in: amministrazione morelli, consiglio comunale

L’INDENNITA’ DELL’AMMINISTRAZIONE MORELLI: LA GIUNTA DEL RISPARMIO… DISATTESO

risparmio-3Una delle promesse fatte dal neo-sindaco Daniele Morelli in campagna elettorale, riguardava la riduzione delle indennità spettanti ai consiglieri comunali, visto “il momento di estrema difficoltà che l’Italia sta attraversando” (testuali parole, estrapolate dalla presentazione del programma elettorale della lista di Centro Sinistra)

Oltre alla diminuzione, obbligata per legge, dei gettoni di presenza dei Consiglieri Comunali da 17,08€ a 13,56€ a seduta, il M5S auspicava una ulteriore riduzione dei costi della giunta, frutto della volontà e della libera iniziativa del nostro nuovo primo cittadino (e in coerenza con le promesse fatte agli elettori in campagna elettorale).

Purtroppo questo non è avvenuto, o meglio: è avvenuto solo apparentemente.

Con Delibera di Giunta n. 70 del 12/06/2014, le indennità di funzione lorde per Sindaco, Vicesindaco e Assessori sono rimaste invariate:

Sindaco           €. 2.582,78
Vicesindaco    €. 1.291,39
Assessore        €. 1.162,25

Tali indennità sono dimezzate per gli amministratori che hanno un rapporto di lavoro dipendente e che non chiederanno l’aspettativa

Quindi, la riduzione apportata non è dovuta ad un effettivo taglio delle indennità dei singoli componenti ma al fatto che, nell’attuale giunta, vi siano più amministratori che, in qualità di lavoratori dipendenti, non hanno chiesto l’aspettativa.

Forse però non tutti sanno che il comune ha l’onere del Rimborso per Cariche Elettive, in pratica deve rimborsare ai datori di lavoro, presso i quali lavorano gli amministratori assunti come dipendenti, degli oneri variabili a seconda delle assenze dell’amministratore/lavoratore.

E’ stato accertato che in questi ultimi 5 anni, tali rimborsi l’ Amministrazione li ha dovuti eseguire per il solo ex Assessore Morelli (€. 3.500,00 solo nei primi mesi del 2014). Ora nella nuova veste da Sindaco quanto ci costerà tra indennità lorda (€. 1.291,39) e Rimborso per Cariche Elettive?

Perché non è disposto a chiedere l’ aspettativa? (meno conveniente dal punto di vista economico).

A conti fatti potrebbe costare alla collettività più del suo predecessore.

Essendo costi a carico della collettività, in nome della tanto sbandierata trasparenza, i cittadini dovrebbero esserne informati: è poco corretto tenerli all’oscuro di tali informazioni, sbandierando una sola faccia della medaglia.

La scelta del Sindaco (tra l’altro maturata dalle primarie tra i cittadini) e la “successiva” nomina dei componenti della Giunta, non è sicuramente scaturita da un calcolo economico mirato a far risparmiare risorse alla collettività, ma da strategie politiche. Quindi non ci vengano a raccontare la storiella che già allo stato di fatto esiste un risparmio che oscilla dal 5 al 10%.

Il segnale politico, in un momento di difficoltà a reperire le risorse necessarie per diminuire le imposte, sarebbe stato la decurtazione delle singole indennità, ma non sarebbe la prima e unica promessa disattesa nell’arco di un solo mese.

Chissà cosa ci aspetta per i primi 100 giorni???

Annunci