Pubblicato in: bilancio

Il Pifferaio magico e Pollicino

Immagine

Il pifferaio magico probabilmente non si è accorto che il suo strumento è rotto o non funziona molto bene, ormai sono sempre meno i topi che riesce ad attrarre dietro di se. L’asilo nido “Il Pollicino”, che fornisce ottimi servizi ai nostri piccoli concittadini, grazie alla competenza delle persone che lavorano per conto della cooperativa che ha in gestione il servizio , non brilla altrettanto bene se si guardano i costi. Una non accurata attenzione alla parte contrattuale in tempi di “vacche grasse” ha inciso negativamente sui conti del comune tant’è vero che dal 2010 al 2013 il costo per utente è aumentato sebbene sia calato in termini di valore assoluto. Sottoponiamo all’attenzione del lettore i dati, per una sua personale valutazione.

2010 iscritti 64 entrate € 254.575 – uscite € 642.083 – costo per utente € 10.032 – indice di copertura del costo 39%

2011 iscritti 64 entrate € 211.996 – uscite € 642.104 – costo per utente € 10.032 – indice di copertura del costo 33% ( -6% );

2012 iscritti 52 ( – 12 iscritti ) – entrate € 234.329 uscite € 655.924 – costo per utente € 12.613 ( + € 2.581 per utente) – indice di copertura del costo 35%

2013 iscritti 34 ( – 18 iscritti) – entrate € 189.545 uscite € 488.619 – costo per utente € 14.371 ( + € 1.758 per utente) – indice di copertura del costo 39%

Immagine

Fonte: rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2012 e 2013

Come si evince dai dati il costo del servizio negli ultimi 4 anni è stato inversamente proporzionale al numero degli iscritti, ossia il costo per bambino è andato aumentando nonostante il calo degli iscritti.

Questi sono dati ufficiali presi dai vari rendiconti pubblicati dal comune in questi anni e se qualcuno ci vede qualcos’altro forse il Pinocchio va cercato da altre parti.

Annunci