Pubblicato in: amministrazione morelli, Notte delle Streghe 2019

QUANTE SONO LE EDIZIONI DELLA FESTA DELLE STREGHE?

I nostri amministratori continuano nella loro azione di revisionismo storico o noncuranza, indicando l’attuale edizione della Festa delle Streghe come la 31 esima, solo che questa volta, forse nel goffo tentativo di nascondere il clamoroso scivolone di conteggio,  parlano di anni.

Se non fosse che in tutto il mondo i festival, le feste, le sagre…. si contano per numero di edizioni, verrebbe da chiedersi quale sia il vero motivo di questo incaponimento nel non voler ammettere l’errore, forse che nel 2018 si sono spesi migliaia di euro in piu’ per festeggiare l’edizione sbagliata?. A questo punto rinnoviamo l’invito sia alla maggioranza ma anche all’opposizione, che può intervenire con una specifica interrogazione, a chiarire definitivamente la questione, se non altro perché sono stati spesi soldi pubblici in piu’ per un’edizione (sembra) sbagliata.

Annunci
Pubblicato in: amministrazione morelli, Notte delle Streghe 2019

MAMMA, HO PERSO UN’EDIZIONE

…Leggenda vuole inoltre che Artemisia, la strega buona della Valconca, abitasse a San Giovanni in Marignano, luogo di streghe, inganni e superstizioni fin dal Medioevo.

Queste tradizioni, il folclore, la superstizione popolare e l’ingegno di alcuni marignanesi, hanno dato vita nel 1988 a “La Notte delle Streghe”, manifestazione che è ormai una delle più longeve ed amate della Romagna.

In base a quanto dichiarato sul sito ufficiale della festa la prima edizione è avvenuta nel 1988, quindi a meno che non si sia saltata un’edizione quella del 2019 è l’edizione numero 32 e non la numero 31.

Questo clamoroso equivoco storico dovrebbe essere chiarito una volta per tutta dall’amministrazione Comunale, che anche recentemente sui quotidiani locali parla di 31esima edizione.

Non vorremmo che si persistesse in questo possibile orrore solo per il fatto di voler coprire la svista dell’edizione del 2018, venduta per la 30esima mentre invece avrebbe dovuto essere la 31esima.

I casi sono due o dal 1988 ad oggi si è salta un’edizione o qualcuno ha errato nel conteggio delle edizioni accorse dal 1988 ad oggi.

Forse il nuovo assessore al bilancio, pallottoliere alla mano, potrà aiutare a risolvere questo mistero oppure la nuova opposizione, potrebbe presentare un’interrogazione per fare luce una volta per tutte sulla questione.

Ai più quanto detto potrebbe sembrare una cosa di poco conto, una sciocchezza:” cosa vuoi che sia 30esima, 31esima, l’importante è che sia bella”.

La festa è bellissima, ma quando si spendono soldi pubblici extra, per festeggiare l’edizione sbagliata e quando si rischia di protrarre nel tempo un errore storico, la cosa per amore della verità andrebbe chiarita in modo ufficiale, altrimenti pubblicazioni di libri a carattere storico e rievocazioni risultano essere del tutto inutili.

@signoracesina

Pubblicato in: consiglio comunale

L’ordine delle priorità

Come sempre dopo il Consiglio Comunale è partito il tam tam di discredito verso il voto dei 5 stelle e questa volta non ha fatto eccezione. Volevo rassicurare quelli preoccupati che i “5 stelle sono contro la ristrutturazione della Chiesa di Santa Lucia “, che come sempre la verità è ben diversa da quella che vogliono fare apparire. Il voto contrario alla variazione di bilancio non poteva essere diverso, in quanto nell’interesse delle fasce piu’ deboli quelle che hanno maggiore bisogno di tutela assoluta e incondizionata, che con questa variazione li vede penalizzati.

Andiamo con ordine.

A ) Sono cinque anni che ad ogni consiglio utile chiedono di mettere mano alla ristrutturazione della Chiesa e in questi 5 anni questa amministrazione non ha fatto nulla se non futili palliativi che non hanno portato a niente. La soluzione sarebbe stata accantonare ogni anno 20.000/25.000 euro come avevamo proposto a suo tempo, ma non è stato fatto. Continua a leggere “L’ordine delle priorità”

Pubblicato in: movimento 5 stelle san giovanni in marignano

Come mi son messa in MoVimento

Ho sempre odiato i giri di parole, ho sempre cercato di stare nel giusto e forse per questo, in qualità di cittadina, avrei sempre voluto avere lo stesso trattamento nei miei confronti, in ogni occasione.

Siamo in un mondo dove si va avanti e si arriva primi soltanto tramite le conoscenze , le simpatie,  oppure (parlando da Donna) se si è abbastanza dignitosa e carina e si è in grado di utilizzare l’aspetto fisico per prendersi il posto tanto aspirato; ma come tutti ben sappiamo ha poca importanza l’intelligenza o il carattere , ciò che conta e’ “prestarsi” (CHE ORRORE!)

Mi sono sempre data da fare al massimo delle mie possibilità, con dignità, lavorando e insegnando, per quanto ho potuto, a mia figlia che qualsiasi cosa si faccia nella vita, l’importante è crederci. E’ risaputo che oggi se non si è “qualcuno” che conta (professionalmente e finanziariamente parlando) spesso accade di non essere nemmeno presi in considerazione, figuriamoci se rispettati!

Poi ho iniziato a partecipare agli incontri del Movimento di San Giovanni per caso, mossa da un problema che avevo (e ho purtroppo tutt’ora nella via in cui abito…) e il gruppo mi ha accolta e ha saputo ben consigliare; infatti io ora ho preso in mano la situazione, seguendola da protocollo.

Da quel momento ho iniziato a incontrarli con più regolarità,  così ho potuto conoscere un nuovo mondo di cui non ero a conoscenza, come di tutte le problematiche che riguardano il nostro piccolo paese e che si affrontano con umiltà e costanza (e cuore!) in queste occasioni. Continua a leggere “Come mi son messa in MoVimento”

Pubblicato in: movimento 5 stelle san giovanni in marignano

Giro di boa

E’ volto al termine anche il 2018 e ci si appresta a rivedere e riorganizzare tutti i progetti per il nuovo anno.
Questa volta però c’è qualcosa in più di cui occuparsi, ovvero le prossime elezioni comunali vicine al solstizio d’estate.
Questa volta si tratta proprio di un bel giro di boa, in quanto la politica marignanese ha subìto la scossa di avere una opposizione “terremoto” che ha smosso le coscienze e portato più consapevolezza nel dibattito pubblico cittadino, virtuale e reale.
Si avvicina il momento del cambio di turno, perchè di questo bisogna parlare, cioè del fatto che l’esperienza politica civica nel proprio comune è ora-ed è più che giusto-che la facciano i cittadini, slegati da vincoli partitici e gerarchici rispetto ai poteri del territorio. Continua a leggere “Giro di boa”